Cerreto Sannita

Cerreto Sannita

Cerreto Sannita “Città di fondazione”, ricostruita interamente dopo il disastroso terremoto del 1688 è caratterizzata dall’originale impianto urbanistico ed è nota per la sua tradizionale produzione di ceramica artistica, lì prodotta sin dal XIII secolo.
Prime notizie storiche documentate circa l’origine del paese risalgono al XII sec., in epoca normanna, quando fu possedimento dei Sanframondo. Feudo dei Carafa che ne conservarono il possesso fino all’abolizione dei diritti feudali. Aggregato dapprima alla provincia di Terra del Lavoro, con l’Unità d’Italia entra a far parte della provincia di Benevento.

DA VEDERE:

  • l’intero centro urbano ricco di testimonianze storico-architettoniche di rilevante pregio;
  • la chiesa Cattedrale;
  • la Collegiale di S. Martino;
  • la chiesa di S. Gennaro, sede del Museo dell’Arte Sacra;
  • la chiesa di S. Maria di Costantinopoli;
  • il Convento di S. Antonio, sede del Museo della Ceramica di Cerreto;
  • resti dell’antica Cerreto e poi più giù a valle il Ponte Romano detto di Annibale
  • Mostra permanente della ceramica antica e moderna;
  • Museo d’Arte Contemporanea;
  • Museo d’Arte Sacra
  • Museo Civico e della Ceramica Cerretese.

 

Fonte: EPT Benevento